.

.

domenica 21 ottobre 2018

Pesche dolci alla crema

Si possono farcire anche con crema al cioccolato, crema di nocciole o marmellata ma credo che la crema pasticcera sia, come si dice dalle mie parti, "la morte sua"!
Ingredienti per 20 pesche
2 uova
100 gr zucchero
130 gr olio di semi
100 gr di latte o 150 gr di yogurt bianco
8 gr di lievito
500 gr farina 00
Bagna di latte e caffè
Alchermes
Zucchero per decorare

In una ciotola rompere le uova e aggiungere lo zucchero. Mescolare aggiungendo il latte, l'olio di semi ed il lievito. Incorporare la farina una manciata alla volta continuando a mescolare. Quando l'impasto diventa più resistente trasferirlo su un piano di lavoro e continuare ad impastare con le mani fino ad esaurimento della farina. L'impasto è pronto quando è elastico, omogeneo e non si attacca più alle mani. Rivestire una teglia di carta forno e portare il forno a 180°. Con l'impasto formare 40 palline di ca. 25 gr cad., schiacciarle leggermente da una parte per creare una mezza sfera e posizionarle sulla teglia con la parte rotonda verso l'alto. Infornare per 20 minuti. Terminata la cottura sfornare le mezze sfere e dopo 4/5 minuti svuotarle leggermente con un coltello affilato o con un cucchiaino. Preparare la bagna mescolando caffè e latte e con un pennellino bagnare le mezze pesche nella parte interna. Con una sac a poche riempire con crema pasticcera, o con la farcitura preferita, tutte le mezze pesche. Preparare una ciotola con l'alchermes ed un piatto con lo zucchero, accoppiare le mezze pesche e passarle velocemente nel liquore e poi nello zucchero facendo in modo che aderisca da tutte le parti. Sistemare le pesche nei pirottini di carta e lasciarle riposare almeno un paio d'ore prima di servire.

Pan co' santi

Dolce tipico della tradizione senese proposto nel periodo della festività dei Santi. Un lievitato con la consistenza tra un pane morbido ed un panettone. Si conserva per qualche giorno in un sacchetto di carta per alimenti e può avere la forma di una pagnotta, come ho fatto io, oppure di panino. In ogni caso si è rivelato un'ottima colazione soprattutto con sopra un velo di marmellata 😊
Ingredienti:
250 gr farina 00
250 gr farina Manitoba
150 gr lievito madre rinfrescato
255 gr acqua tiepida
100 gr di uvetta ammollata in acqua e vinsanto o altro vino liquoroso
150 gr gherigli di noci
4 cucchiai di olio evo
30 gr di burro o strutto
5 cucchiai di zucchero + 1 cucchiaino
1 cucchiaino di miele
1 pizzico di sale
1 spolverata di pepe macinato al momento
1 cucchiaio di semi di anice (facoltativo)
1 tuorlo per spennellare

Sciogliere il lievito in una ciotola con l'acqua tiepida ed un cucchiaino di zucchero ed agitare con una forchetta fino a farlo sciogliere. Sulla spianatoia setacciare le farine, formare la fontana e versare al centro l'acqua con il lievito. Unire il miele, lo zucchero, l'olio ed il burro ammorbidito. Lavorare brevemente ed unire anche il sale. Impastare a lungo e con vigore per almeno 20 minuti. Con la planetaria impastare sino a far incordare l'impasto (circa 15 minuti a bassa velocità). Formare una palla, porla in una ciotola, coprire con pellicola trasparente e far lievitare per 11-12 ore. Riprendere l'impasto ed unire le noci, l'uvetta, l'anice ed il pepe. Formare 2 pagnotte (ca. 650 gr l'una) oppure panini da ca. 150 gr cad. e posizionarli su una placca rivestita di carta forno. Fare delle incisioni sulla superficie e lasciar lievitare almeno altre 4 ore. Preriscaldare il forno a 200°. Spennellare la superficie con un tuorlo sbattuto ed infornare a 180° per 30/35 minuti. Se dovesse colorirsi troppo a metà cottura coprire con un foglio di alluminio. Sforare, far raffreddare su una gratella per dolci e mangiare il giorno successivo.


domenica 14 ottobre 2018

Torta con crema di ricotta e scaglie di cioccolato

Come utilizzare due ricottine che stanno per scadere? Ecco qua! Una deliziosa torta, in parte modificata nelle dosi e negli ingredienti, che è una sorpresa ad ogni boccone. Da provare e rifare!
Ingredienti:
130 gr di farina
2 uova
150 gr zucchero
50 gr olio di semi
60 gr latte
1 bustina di lievito
300 gr di ricotta + 200 ml di panna (oppure 500 gr di ricotta + 2 uova)
30 gr amido di mais
2/3 cucchiai di zucchero
100 gr di cioccolato fondente a scaglie o in gocce
Zucchero a velo

Preparare l'impasto sbattendo le uova con lo zucchero per almeno 5 minuti, fino a che è diventato bianco e spumoso. Aggiungere il latte, la farina setacciata con il lievito ed infine l'olio amalgamando bene il composto che deve risultare morbido ed omogeneo. Foderare uno stampo a cerniera diam. max 24 cm, versare metà dell'impasto e cuocere a 180° per 10/15 minuti fino a che la base è densa e dorata. Nel frattempo preparare la crema mescolando la ricotta con lo zucchero, l'amido di mais, la panna montata (oppure le uova leggermente sbattute) e da ultimo le scaglie di cioccolato. Livellare la crema sopra la base di torta cercando di lasciare libero 1/2 cm di bordo, versare il restante impasto a coprire completamente la base ed infornare di nuovo sempre a 180° per 35 minuti. Sformare quando ben fredda e spolverizzare con zucchero a velo prima di servire.


mercoledì 10 ottobre 2018

Muffins allo yogurt con noci e sciroppo d'acero

Una versione semplicemente deliziosa dei mitici e versatili dolcetti.
Ingredienti per 12 muffins
280 gr farina
100 gr gherigli di noci
150 gr yogurt greco bianco
75 ml sciroppo d'acero + 2/3 cucchiai per la superficie
 8 gr lievito per dolci
120 gr zucchero
2 uova
60 gr olio di semi

La preparazione deve essere velocissima quindi accendere il forno a 200° e mentre raggiunge la temperatura mescolare in una ciotola la farina con lo zucchero, il lievito ed i gherigli di noci (toglierne 6 per la decorazione) tritati grossolanamente. In un'altra ciotola sbattere velocemente le uova con l'olio, lo sciroppo e lo yogurt. Versare gli ingredienti liquidi al centro di quelli solidi ed amalgamare il tutto per pochi secondi. Versare l'impasto nello stampo per muffins precedentemente imburrato o dopo aver posizionato i pirottini riempiendo ogni foro per 2/3. Posizionare su ogni muffin mezzo gheriglio di noce ed infornare per 20 minuti. Fare la prova stecchino e spennellare con sciroppo d'acero ancora caldi. Sformare e lasciarli raffreddare.

domenica 23 settembre 2018

Sbriciolata con besciamella dolce e amarene

Un'accoppiata vincente per una torta che si presta a mille e più varianti, sia nella farcitura che nella decorazione, ma che è sempre un successo!
Ingredienti
Per le briciole:
300 gr di farina
100 gr di zucchero
1 uovo
1 bustina di lievito
90 ml di olio di semi (arachidi o mais)
Per la farcitura:
600 ml di latte
Buccia di mezzo limone non trattato
120 gr di zucchero
60 gr di farina
20 gr di fecola
Amarene sciroppate
Zucchero a velo

Preparare la besciamella facendo scaldare un po' il latte con le bucce di limone. Mettere in un tegamino la farina con la fecola e lo zucchero e versare a filo il latte mescolando bene con una frusta o un mestolo di legno facendo attenzione che non si creino grumi. Mettere sul fuoco e, sempre mescolando, far cuocere 10 minuti dall'inizio del bollore. Spengere il fuoco, coprire con pellicola trasparente a contatto e lasciare ad intiepidire.
Nell'attesa preparare le briciole versando in una ciotola la farina mescolata con lo zucchero ed il lievito. Formare una fontana al centro, versare l'olio e l'uovo leggermente sbattuto e amalgamare con le dita fino ad ottenere delle briciole compatte. Foderare uno stampo a cerniera con carta forno e mettere sul fondo la metà delle briciole fino a ricoprirlo tutto. Versare sulle briciole metà della besciamella lasciando libero il bordo esterno per circa mezzo centimetro. Posizionare un po' di amarene, lasciandone qualcuna per la decorazione, aggiungendo qualche cucchiaino di sciroppo alla rinfusa. Versare la restante besciamella e disporre le briciole restanti lungo il bordo lasciato libero e sopra la crema a ricoprire tutto. Infornare a 180° per 40/45 minuti. Sformare quando ben fredda, decorare con le amarene e spolverizzare con zucchero a velo.

domenica 2 settembre 2018

Rigatoni al pesce spada con ricotta, pomodorini e basilico

Un gustoso primo piatto che può senz'altro diventare un piatto unico. Il sugo si sposa bene anche con la pasta lunga purchè ruvida.

Ingredienti per 4:
250/300 gr di pesce spada (in una fetta)
1 scalogno di medie dimensioni o 2 piccoli
15 pomodorini
100 gr di ricotta
10/15 olive nere denocciolate
1 cucchiaino di capperi
2 foglie grandi di basilico
sale - olio evo

Soffriggere leggermente metà dello scalogno (oppure 1 piccolo) tritato finemente in poco olio evo ed aggiungere il pesce spada tagliato a cubetti. Rosolare per pochi minuti ed aggiungere i pomodorini tagliati in quarti. Salare e cuocere fino a che l'acqua dei pomodori si è ritirata. Tritare nel mixer l'altra metà dello scalogno (oppure l'altro piccolo) con le olive, i capperi ed il basilico allungando con un po' di acqua tiepida fino ad ottenere una cremina. Versare in una ciotola, aggiungere la ricotta mescolando delicatamente con una forchetta fino a che tutto sarà ben amalgamato ed aggiustare di sale. Cuocere la pasta per il tempo indicato nella confezione, scolare e versare nel tegame dei pomodorini. Mantecare con cremina di ricotta e servire ben caldo.

Crostata bicolore

Questa pasta frolla è piaciuta così tanto che si presta a molte varianti con ottimi risultati! 😉


Ingredienti:
280-300 gr di farina*
100 gr di zucchero
1 uovo intero grande ed un tuorlo oppure 2 uova intere medio/piccole
80 gr di olio di semi
1 cucchiaino di lievito (6-8 gr)
1 pizzico di sale
250-300 gr di marmellata
2-3 cucchiai di rum (facoltativo se la marmellata usata fosse troppo densa)
Zucchero a velo

*È bene aggiungere la farina poco per volta poiché la quantità varia in base alla quantità di uovo.

Sbattere leggermente in una ciotola le uova con lo zucchero, l'olio ed un pizzico di sale. Aggiungere poco alla volta la farina con il lievito mescolando con una forchetta. Trasferire sul piano di lavoro l'impasto e lavorarlo con le mani aggiungendo la farina fino ad ottenere una pasta morbida che non si attacca alle mani. Imburrare lo stampo con la forma scelta. Togliere una piccola parte di pasta per la decorazione e stendere con un matterello la frolla su carta forno o su uno strofinaccio infarinato. Disporla nello stampo sollevando un po' i lati e fare dei fori con i rebbi di una forchetta. Spalmare con la marmellata eventualmente diluita con il rum, ripiegare i bordi e decorare a piacere. Accendere il forno e tenere la crostata in frigo mentre si aspetta che questo raggiunga la temperatura di 180°. Cuocere per 35/40 minuti, lasciar raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo prima di servire.
p.s. la crostata tende a gonfiarsi durante la cottura per poi abbassarsi raffreddandosi. Per evitare la rottura della decorazione a losanghe si può decorare anche con la frolla tagliata con le formine per i biscotti.